Requisiti Estate

REQUISITI PROGRAMMI ESTIVI

TOUR IN ALTA QUOTA, ARRAMPICATA, VIA FERRATA, PASSEGGIATE

Tour alta montagna

A causa delle condizioni meteorologiche e della neve, del ghiaccio, della pioggia e dell’umidità, le condizioni del tour possono cambiare. È necessaria una buona auto valutazione delle tue capacita´. Puoi anche fare un tour introduttivo in anticipo con la tua guida.

Livello 1

Alpinismo alta montagna / Facile Per i principianti
Non è richiesta nessuna precedente esperienza di alpinismo e/o uso dei ramponi; è necessario non soffrire di vertigini ed avere una discreta sicurezza nella camminata. Ideale come prima esperienza di alpinismo o come una delle prime esperienze in montagna. Può presentare facili passaggi di arrampicata su roccia I°-II° (classificazione UIAA).

Livello 2

Alpinismo alta montagna /da Poco difficile ad abbastanza difficile
E’ richiesta una minima esperienza precedente di alpinismo, nell’uso dei ramponi su terreni nevosi e/o misto; assenza di vertigini e passo sicuro sono indispensabili. Su roccia le difficoltà possono arrivare al II°-III° (Classificazione UIAA) e su neve/ghiaccio si possono trovare brevi tratti a 45°-50°. Alcuni itinerari possono già presentare alcune, brevi, sezioni su terreno esposto.

Livello 3

Alpinismo Alta Montagna/ Difficile
E’ richiesta una buona esperienza precedente di alpinismo; buona tecnica nell’uso dei ramponi su terreno innevato/ghiacciato e/o misto; su ghiaccio/neve lunghi pendii continui a 50°-60° (le classiche pareti Nord delle Alpi); su roccia si possono trovare numerosi passaggi di III° grado, e singoli passaggi di IV° (classificazione UIAA). Il terreno può essere molto esposto. Assenza di vertigini e sicurezza di piede sono requisiti indispensabili.

Livello 4

Alpinismo Alta Montagna /Molto Difficile
E’ richiesta una ottima esperienza di alpinismo; oltre alle buone qualità tecniche è richiesta esperienza nel gestire semplici manovre di corda come corde doppie, assicurare il partner, ecc. Su roccia si possono trovare numerosi passaggi di IV° e singoli passaggi di V° e oltre (classificazione UIAA); su neve/ghiaccio pendii continui di 60° e oltre; assenza di vertigine e abitudine a muoversi su terreno costantemente esposto sono requisiti indispensabili.

Arrampicata

A causa delle condizioni meteorologiche e della neve, del ghiaccio, della pioggia e dell’umidità, le condizioni della salita possono cambiare e aumentare di impegno, È necessaria una buona auto valutazione.

Livello 1

Arrampicata/ Facile- adatto anche a bambini
Fino al III° (classificazione UIAA); facile terreno di arrampicata su pareti discontinue dove brevi risalti si alternano a terrazzi o placche appoggiate. L’assenza di vertigine e un minimo di sicurezza sono requisiti importanti.

Livello 2

Arrampicata/ media difficoltà
Fino al V° (classificazione UIAA); La parete comicia ad essere più verticale e continua e gli appigli/appoggi radi. E’ richiesta una discreta tecnica di arrampicata, un minimo di forza e resistenza nelle braccia. L’assenza di vertigini ed una discreta sicurezza sono requisiti importanti. Per le vie di più tiri è richiesta una minima indipendenza nel gestire semplici manovre di corda.

Livello 3

Arrampicata / difficile
Fino al VI/VI+
La parete e le difficoltà acquistano in verticalità e continuità; è richiesta una buona tecnica di arrampicata e conoscenza delle varie tecniche da adottare (aderenza, strapiombo, dulfer, incastri). Forza e resistenza sono sempre più importanti. Indipsensabile anche la conoscenza e la indipendenza nella gestione delle manovre di corda (assicurazione del partner, corda doppia, ecc) e utilizzo dello protezioni amovibili (nuts e friends)

Livello 4

Arrampicata/molto difficile
Oltre il VI+ (classificazione UIAA)
Pareti molto lunghe e difficoltà estremamente continue. E’ richiesta una ottima tecnica di arrampicata e conoscenza delle varie tecniche da adottare (aderenza, strapiombo, dulfer, incastri). Forza, resistenza fisica e mentale, velocità di movimento sono requisiti importanti. Indipsensabile anche la conoscenza e la indipendenza nella gestione delle manovre di corda (assicurazione del partner, corda doppia, ecc) e utilizzo dello protezioni amovibili.

Via ferrata

A causa delle condizioni meteorologiche e della neve, del ghiaccio, della pioggia e dell’umidità, le condizioni della salita possono cambiare e aumentare di impegno, È necessaria una buona auto valutazione.

 

Livello 1

Via Ferrata facile
Sentiero difficile con tratti attrezzati; si possono trovare tratti di cavo e/o canaponi, scalini mettalici che aiutano nella progressione. Non è richiesta precedente esperienza di via ferrata. E’ necessario non soffrire di vertigine ed avere un minimo di presenza di spirito.

Livello 2

Via Ferrata moderato
Via ferrata con percorso attrezzato da inizio a fine. Può presentare brevi tratti verticale e/o esposti. I tratti più impegnativi sono equipaggiati con scalini metallici, scale per agevolare la progressione. Si trovano ancora numerosi posti per pause e riposi. Indispensabile non soffrire di vertigini ed avere un buona presenza di spirito.

Livello 3

Via Ferrata difficile
Difficile via ferrata. Può presentare lunghi tratti verticale e/o esposti, e brevi passaggi strapiombanti, comunque ancora inframezzati da buone possibilità per pause e riposi. I tratti più impegnativi sono equipaggiati con scalini metallici, ma la maggior distanza tra loro richiede più forza e resistenza. Indispensabile non soffrire di vertigini ed avere un buona presenza di spirito.

Livello 4

Via Ferrata molto difficile
Via ferrata molto difficile, su terreno costantemente verticale con parecchi passaggi strapiombanti ed in esposizione, fisicamente estenuante. La distanza tra gli scalini richiede molta forza e resistenza delle braccia; i luoghi dove riposare sono estremamente rari. Indispensabile non soffrire di vertigini ed avere una ottima presenza di spirito; è richiesta precedente esperienza di livello 3.

Trekking / Escursionismo

A causa delle condizioni meteorologiche e della neve, del ghiaccio, della pioggia e dell’umidità, le condizioni della salita possono cambiare e aumentare di impegno, È necessaria una buona auto valutazione.

 

Livello 1

Trekking facile
Sentiero di montagna elementare; può presentare alcune sezioni di largehzza ridotta ed alcune brevi sezioni rocciose. E’ consigliabile non soffrire di vertigini.

Livello 2

Trekking moderato
Il sentiero diventa più impegnativo, con tratti ripidi e terreno piò roccioso; nei tratti più esposti si possono trovare dei corrimano. A volte le mani possono intervenire ad aiutare l’equilibrio. E’ indispensabile non soffrire di vertigini.

Livello 3

Trekking difficile
Percorso impegnativo, ripido su terreno sovente roccioso. Si possono trovare brevi pietraie da attraversare e terreno esposto. Nei tratti più impegnativi ed esposti si può ricorrere all’uso della corda per assicurare. E’ indispensabile non soffrire di vertigini ed avere una buona esperienza di escursionismo.

Livello 4

Trekking molto difficle
Percorso molto impegnativo, su terreno costantemente esposto e/o roccioso, a quote elevate. I sentieri sono sovente poco o per niente marcati e su terreno ripido. Sovente si usano le mani per aiutare l’equilibrio sia in salita che in discesa. Siamo al confine con l’alpinismo facile, è richiesta una ottima esperienza di escursionismo in montagna, assoluta assenza di vertigini.

Mountain bike

Livello 1

S0
S0 – indica un singletrail che non presenta particolari difficoltà. Si tratta per lo più di sentieri scorrevoli in sottobosco o in aperta pianura che presentano un terreno con un buon grip o con ciottoli poco smossi. In questo tipo di sentieri non si incontreranno passaggi su gradoni, su roccia o su radici. La pendenza del percorso và da lieve a moderata e le curve sono sempre abbastanza ampie. I trail S0 possono essere percorsi senza bisogno di particolari capacità tecniche.

Livello 2

S1
S1 – Su un percorso S1 si troveranno piccoli ostacoli come radici poco sporgenti e piccole pietre. Spesso le cause di un aumento del grado di difficoltà di un percorso riguardano la presenza di canali di scolo o di danni causati dall’erosione. Nei singletrail S1 il terreno può a volte essere poco compatto. La pendenza raggiunge al massimo il 40% e non si incontreranno tornanti.I passaggi più difficili richiedono un uso misurato dei freni e la capacità di influire sulla traiettoria attraverso lo spostamento del corpo.

Livello 3

S2
S2 – All’interno della classificazione S2 sono compresi percorsi che presentano radici di maggiore grandezza, pietre, gradoni e scale in sequenza poco impegnative. Spesso s’incontreranno curve strette quasi a gomito e pendenze che in alcuni passaggi potranno raggiungere il 70%. Gli ostacoli possono essere superati solo con una discreta abilità di guida. La capacità di frenare in qualsiasi momento, insieme a quella di spostare i punti d’equilibrio del proprio corpo, sono tecniche necessarie per il livello S2. Altrettanto necessario è saper dosare precisamente la frenata e mantenere il corpo sempre attivo durante la guida.

Livello 4

S3
S3 – Alla categoria S3 appartengono i singletrails che presentano molti passaggi tecnici costituiti da blocchi di roccia e/o radici. S’incontreranno spesso gradoni alti, tornanti e pendenze difficili e raramente passaggi scorrevoli. Spesso bisognerà anche fare i conti con un terreno scivoloso e poco compatto. Non sono rari i tratti con una pendenza che supera il 70%. I passaggi S3 non richiedono ancora l’utilizzo di tecnica trialistica, sono necessari comunque un ottimo controllo della bici ed una continua concentrazione. Indispensabili la capacità di saper frenare con buona precisione (padronanza quindi nella modulazione del freno), ed un ottimo equilibrio.

Livello 5

S4
S4 – Appartengono alla categoria S4 i sigletrails molto tecnici che presentano grandi blocchi di roccia e/o passaggi su radici particolarmente impegnativi su un terreno il più delle volte poco compatto. Spesso s’incontreranno rampe con pendenza quasi estrema, tornanti stretti e gradoni, questi ultimi alti abbastanza da aumentare considerevolmente il rischio di contatto con le corone della guarnitura. Per questi sentieri è quindi caldamente consigliato l’uso di un bashguard (paracorona). Per poter percorrere sentieri S4 sono assolutamente necessarie tecniche trialistiche come la capacità di spostare la ruota anteriore o quella posteriore), una tecnica di frenata perfetta ed un ottimo equilibrio. I passaggi più tecnici dei percorsi di tipo S4 sono spesso difficoltosi da superare anche a piedi.

 

Livello 6

S5
S5 – Il grado S5 è caratterizzato da un terreno molto tecnico che presenta spesso contropendenze e fondo scivoloso, curve a gomito strettissime, gradoni di grandezze diverse che si susseguono ed ostacoli come alberi caduti. Tutto su pendenze spesso estreme. Lo spazio di frenata è di solito molto breve e a volte del tutto assente. Spesso gli ostacoli sono in stretta sequenza.Su questo tipo di percorsi a volte gli ostacoli possono solo essere saltati. Nelle curve a gomito c’è spesso pochissimo spazio. In certi passaggi anche camminare con la bici in spalla risulta estremamente difficoltoso, in alcuni casi, data la pendenza, è necessario aggrapparsi a punti.